PILLOLE WEB SERIE-COMPAGNIA DELLE NUVOLE

COMPAGNIA DELLE NUVOLE

PILLOLE WEB SERIE

 

PILLOLE 

una web serie
 

1



 



IL PROGETTO

Un progetto a cura diEnrico Tavernini
e CDM Rovereto
con il gruppo del Laboratorio Teatrale: Art'O
del Centro diurno di Salute Mentale Rovereto APPSS Provincia Autonoma di Trento
Ass. di promozione sociale Compagnia delle Nuvole

Contatti
Enrico Tavernini 
cell. 340.9033650
info@compagniadellenuvole.it 
    
Cos' è PILLOLE
PILLOLE è un progetto di produzione di una ventina di brevissime puntate di una fction sul tema dell'amore, destinato a diventare una web serie da pubblicare su youtube, e un prodotto audiovisivo, da presentare in festival e rassegne.


I contenuti e la modalità narrativa di Pillole
Il tema delle clip video č l'amore, raccontato in alcune delle sue molteplici manifestazioni.
La modalità narrativ quella di una serie di brevissimi sketch, dal tono ironico e leggero, a volte cinico, a volte poetico, secondo le modalità che sono nate dal gruppo nel contesto del laboratorio teatrale, che ha trattato il tema partendo dalla celebre opera di W. Shakespeare: “Giulietta e Romeo”.

Il titolo della fiction è: “Pillole”. Perché? Perché le clip video sono dei condensati di filosofa, ironia, cinismo, poesia, e a volte anche amarezza; per questo le abbiamo idealmente associate alle pillole: che sono comunque anche uno strumento terapeutico particolarmente vicino ai partecipanti, e a tutti.
 
Obiettivi e “etica scenica”
L'idea del progetto è stata condivisa, e accettata con entusiasmo dal gruppo. Dopo molti anni passati insieme a fare teatro, senza mai una rappresentazione pubblica, è sorto nel gruppo il desiderio di aprirsi e raccontarsi al mondo.
Gli obiettivi principali del progetto, son quelli di condividere e di raccontare ai famigliari dei partecipanti, e alla società civile, l'emozione e il piacere di un esperienza profonda e mai scontata, a contatto con la creatività. Inoltre vogliamo con ciò, avvicinare chi lo desidera, a un mondo a volte sommerso e spesso sconosciuto, per vincere i pregiudizi e lo stigma nei confronti della malattia mentale. Per fare ciò ci è parso che i nuovi social media siano lo strumento ideale, fruibile facilmente e a costo zero.
Certo ci rendiamo conto che è importante, considerati gli obiettivi, porsi all'esterno in una una maniera adeguata, con un “etica scenica” che non rappresenti il disagio mentale in maniera stereotipata, pietistica o manipolatoria. In questo senso, siamo convinti che al laboratorio partecipino persone che, riescono a raggiungere un’immediatezza ed un’originalità del gesto e della parola che ci permettono di realizzare dei prodotti esteticamente validi e interessanti. Non vogliamo occultare la diversità, ma tendere invece ad una rilettura della malattia mentale nel senso di: differente sensibilità e abilità, che si ponga alla pari di altre esperienze di produzione di audiovisivi. Vogliamo, insomma, con questa nuova avventura, proseguire il percorso di ricerca creativa iniziato molti anni fa, senza ostentazione, ma anche senza senso d’inferiorità rispetto ad un pubblico 'normodotato'.

Collaborazioni
Al progetto, potranno aggiungersi in corso d'opera, al fne della buona riuscita del progetto, collaboratori in sintonia con lo spirito dell'impresa, che apportino un loro contributo, tecnico, creativo, culturale o sociale.

ALTRI CONTRIBUTI
Tale progetto è una bozza, che volgiamo migliorare il contributo di tutti i partecipanti. Fateci avere i vostri suggerimenti e le vostre osservazioni.
Referente
ENRICO TAVERNINI